Blog

Fidelity Card: istruzioni per l’ideazione

Blog

La Fidelity Card è un oggetto importante che crea un legame fra cliente e azienda. Uno strumento che serve per instaurare un rapporto di fiducia reciproca. Il cliente diventa consapevole della fiducia che può avere nei prodotti e nel personale di quel negozio, di poter trovare ciò di cui ha bisogno a prezzi giusti e di essere considerato una persona importante. L’azienda, dall’altro lato, acquisisce clienti fidelizzati, disposti anche a conoscere e ad acquistare nuovi prodotti semplicemente perché consigliati dal fornitore di fiducia.

In questo procedimento, prima di ideare una Fidality Card da distribuire ai clienti e soprattutto un programma fedeltà affidabile, è necessario avere ben chiara l’immagine della propria azienda e del proprio personale, di come questa venga percepita dai clienti e dai potenziali clienti. La carta e il programma fedeltà devono essere coerenti con l’identità e la reputazione del marchio. Punti fondamentali sono, infatti, la riconoscibilità e l’autenticità. Un programma fedeltà per avere successo deve essere analizzato e realizzato facendo attenzione ad ogni minimo dettaglio partendo dall’origine: l’azienda.

La coerenza fra azienda e promozioni che vengono offerte dalla Fidelity Card è indispensabile per far nascere un giudizio positivo da parte del cliente e quindi fare in modo che decida di aderire attivamente a quel programma fedeltà.

Per aumentare il coinvolgimento del cliente bisogna far leva su un’adeguata comunicazione, per modalità e tempistica. È importante valutare come si svolge la comunicazione sia nel punto vendita o nel negozio online sia all’esterno. Il cliente deve essere sempre aggiornato sulle promozioni, sull’assortimento, sulle possibilità che ha di acquisire più punti, sulle occasioni speciali a lui personalmente dedicate, sulle scadenze, ecc. Se così non fosse il cliente percepirebbe una mancanza, una disorganizzazione e la reputazione di quel marchio diventerebbe subito inaffidabile spingendo il consumatore a rivolgersi ad altri competitor sul mercato. Una comunicazione pianificata sulla stagionalità, le iniziative, le promozioni e su quanto interessa all’azienda, mandata con una tempistica costante fa la differenza.

La valutazione dell’obiettivo, delle strategie che si vogliono mettere in atto, degli strumenti che si intendono utilizzare, della formazione del personale e dei premi che si vogliono donare deve essere accuratamente e ponderatamente svolta accanto allo studio economico di quanto è necessario investire, in che modo, quali potrebbero essere i profitti e i tempi di raggiungimento.

L’atteggiamento del cliente può essere indirizzato spingendolo verso un determinato comportamento d’acquisto attraverso la creazione di premiazioni dedicate che lo gratifichino.

Il coinvolgimento per essere produttivo non deve riguardare solo il cliente, ma anche il personale, in questo modo contribuirà a incentivare il consumatore seguendo la strategia aziendale e potrà riportare osservazioni ottenute sul campo e suggerimenti utili per il raggiungimento dell’obiettivo.

Un attento controllo dei risultati, effettuato in parallelo al proseguo dell’attività, sarà un ottimo incentivo anche per la stessa azienda.

Saremmo lieti di approfondire personalmente l’argomento con voi a Promotion Expo e ShopExpo che si terranno a Milano dal 20 al 22 marzo presso MiCo – Milano Congressi. Vi aspettiamo anche al convegno dal titolo Le Carte Vincenti del Marketing che avrà luogo in fiera giovedì 21 marzo alle ore 10.45, in cui saremo relatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *