I Touchpoint per migliorare l’esperienza di vendita

I Touchpoint per migliorare l’esperienza di vendita

I Touchpoint per migliorare l’esperienza di vendita

I Touchpoint sono i punti di contatto tra il brand e il cliente: dallo store, all’ecommerce, tutti i punti possibili per farsi notare e ricordare dal cliente.

Nella fase iniziale del “percorso” l’acquirente focalizza i suoi desideri ed i propri bisogni, ma grazie a questi “punti di contatto” con il brand procederà con la valutazione dell’acquisto.

Questi se utilizzati in modo corretto e dosati al punto giusto possono rafforzare il posizionamento del marchio migliorando l’esperienza del cliente nello store (fisico o digitale), e provando a lasciare il miglior ricordo possibile dell’incontro.

Un Touchpoint deve suscitare delle emozioni affinchè l’insegna rimanga impresso nella mente del compratore, ora e domani.

Prendendo come caso l’abbigliamento sappiamo che 6 persone su 10 preferiscono fare shopping in un negozio fisico.

Come migliorare l’esperienza d’acquisto nello store

La profumazione, la disposizione dei capi, la scelta della musica sono tutti elementi che devono toccare le corde giuste creando l’atmosfera perfetta, allineandola con i valori del brand.

Lo spazio fisico resta un elemento fondamentale per la connessione tra il marchio e il pubblico, nonostante la digitalizzazione sia imprescindibile: nei primi 8 mesi della pandemia il settore fashion online ha registrato un boom equivalente a sei anni di crescita.

Digitalizzazione che non si può fermare all’ecommerce ma deve essere utilizzata per sviluppare strategie omnicanale in grado di coinvolgere e ispirare i clienti.

Quali sono i bisogni di domani?

  • Cresce la domanda di sostenibilità: i clienti oggi cercano aziende con valori legate all’impatto ambientale, noi stessi riceviamo una domanda sempre crescente di carte costituite da materiale alternativi e degradabili.
  • Emerge uno stile di vita più tranquillo: gli acquirenti sono sempre più indirizzati verso forme di lusso meno appariscenti ma più tradizionali (parliamo dell’Europa, in Cina infatti la tendenza è esattamente opposta).
  • I canali digitali accelerano: l’ecommerce per il settore retail sta diventando un punto di contatto chiave per gli utenti, che possono vedere le novità in arrivo per i cataloghi. Il futuro dello shopping è online ma il futuro del brand è fisico.

L’esperienza nei punti vendita è salda al centro dell’acquisto: 2 persone su 3 dichiarano infatti di voler toccare con mano e provare il prodotto prima di acquistarlo.

Il Touchpoint più importante: la Gift Card

Cosa permette di entrare in contatto più di tutto con il cliente? Cosa permette di farlo ricordare del vostro marchio? E cosa magari di coinvolgere un amico?

Una card fisica personalizzata dove i materiali sono scelti con cura, i cui colori rispecchiano il brand e gli effetti grafici aumentano l’enfasi di un’occasione speciale e il packaging incentiva e accompagna al meglio una promozione attiva farà breccia più di ogni altro strumento (non certo dettagli quando si parla di vendite).

Digitalizzazione e omnicanalità?

Lo ripetiamo e non ci stancheremo di farlo: AMA Group abbina con successo la Gift fisica con soluzioni digitali vincenti.
Offri la possibilità al tuo cliente di scegliere tra la gift fisica e quella digitale!

Grazie a Digitama infatti possiamo gestire tutta la parte autorizzativa, potrai generare all’istante la Gift digitale che arriverà via mail al cliente per poi essere utilizzata, tutto questo con piccole integrazioni sul tuo sistema gestionale.