Il valore della fedeltà

Il valore della fedeltà

Il valore della fedeltà

Secondo un’analisi dell’osservatorio dell’università di Parma, sempre più frequentemente le aziende utilizzano programmi fedeltà  per coinvolgere i propri e  i potenziali clienti. La strategia si basa sul condurre l’acquirente ad effettuare acquisti in modo abituale incentivandolo con premi, cash back, sconti e svariati vantaggi.

L’impatto di questo semplice sistema si rivela estremante forte, basti pensare che, ad oggi, il 53% delle azienda italiane ha un programma fedeltà e che un programma su 4 ha una penetrazione sul fatturato superiore all’80%. Gli italiani aderiscono di buon grado alle iniziative di questo tipo con un tasso medio di attività del 40% e ben il 76% delle aziende misura regolarmente l’efficacia della propria strategia loyalty,  riconoscendola dunque come uno dei più validi strumenti di marketing del momento. La sfida di ogni programma fedeltà è quella di ottenere un’esperienza multicanale che coinvolga tutti i sistemi di comunicazione ad oggi utilizzabili. Il 90% dei programmi utilizza una comunicazione di tipo digitale, mentre un 44% affida il proprio messaggio anche al cartaceo. Il 60% utilizza una carta fidelity,  il 56% prevede ancora un catalogo premi e il 54% l’ha integrata con l’ausilio di una APP mobile.

Ma tutti i programmi fedeltà conoscono realmente i propri clienti?

Cosa ferma ancora quel 47% di aziende che ancora non sono partite con un programma fedeltà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *